Calabria in Tour.
Scopri la Calabria, conosci i posti da visitare ed i percorsi da non perdere.
Scopri la Calabria, conosci i posti da visitare ed i percorsi da non perdere.
 
Santuario di San Francesco
 
Santuario di San Francesco - Paola - (CS)
 
spazio trasparente
 
 
 
 

Ai piedi dell’Appenino Paolano di fronte alle limpide trasparenze della acque del mar Tirreno, sorge il Santuario di San Francesco di Paola.

 

Il Santuario rappresenta un delicata quanto affascinante miscela tra architettura rinascimentale e barocca. Sulla facciata che dà alla piazza si possono distinguere entrambi gli stili, rinascimentale in basso e lo stile barocco in alto.

 

spazio trasparente
spazio trasparente

Il convento è ricco di numerose opere d'arte del Seicento-Settecento, al suo interno vi è una biblioteca che conserva preziosi manoscritti, pergamene e libri rari. Sulla destra della basilica è possibile percorrere un itinerario nei luoghi che ricordano i miracoli compiuti da San Francesco: la "fornace del miracolo", qui il frate fece comparire dalle fiamme il proprio agnello Martino; la "cucchiarella", una sorgente dove l'acqua mantiene sempre lo stesso livello; il "ponte del diavolo" dove il Santo si trovò a lottare con il Diavolo e il "macigno pendulo", bloccato in bilico dal Taumaturgo mentre stava precipitando.

 

San Francesco è il Santo Patrono della Calabria e degli uomini di mare. Viene ricordato come grande Profeta e Taumaturgo, già all’età di sei anni aveva predetto al futuro papa Leone X che sarebbe stato investito del papato.

 

Al Santo sono attribuiti numerosi miracoli, tra quali quello di aver attraversato le acque dello stretto di Messina sopra il suo mantello e numerose guarigioni.

 

Francesco Martolilla, nato nel 1416 da una famiglia di contadini Fuscaldesi, visse in pura santità e all'insegna della Penitenza. Fu il fondatore dell’Ordine degli Eremiti oggi conosciuto come Ordine dei Minimi. Molto forte è la devozione al Santo, i devoti sono sparsi in tutto il mondo, e tantissimi sono i pellegrini che arrivano fino a Paola ogni anno per venerarlo. Tra il 2 e il 4 di maggio il Santo Eremita viene celebrato nella sua città natale, con diverse manifestazioni, tra le quali: i concerti in piazza, la sfilata in moto, le processioni per terra e per mare con la partecipazione di numerosi fedeli.

 

La leggenda attribuisce al Santo la capacità di calmare le acque del mare, e ancora oggi si dice che nel momento in cui il mantello a lui appartenuto viene portato in processione per mare, le acque diventano calme, come un segno di mistica riverenza, i fedeli rimangono affascinati da questi cambiamenti repentini, rafforzando, se mai ve ne fosse bisogno, che il Santo che continua con la sua opera misericordiosa e miracolosa.

spazio trasparente
 
 

Inserito: sabato 16 febbraio 2013

 
spazio trasparente
privacyprivacycopy