Calabria in Tour.
Scopri la Calabria, conosci i posti da visitare ed i percorsi da non perdere.
Scopri la Calabria, conosci i posti da visitare ed i percorsi da non perdere.
 
Baia di Riaci
 
Baia di Riaci - Santa Domenica di Ricadi - (VV)
 
spazio trasparente
 
 
 
á

Tra Tropea e Capo Vaticano, nella località di Santa Domenica di Ricadi c’è la bellissima Baia di Riaci. Una incantevole spiaggia circondata da pareti stratificate di arenaria gialla, ricche di fossili. Per raggiungere questo paradiso bisogna oltrepassare Tropea seguendo l’indicazione per Capo Vaticano, e proseguendo sulla statale, stare attenti alle indicazioni Baia di Riaci, ci si troverà davanti ad un incrocio, dove c’è per l’appunto il cartello  “Baia di Riaci”. Imboccando la strada, ci troviamo un po’ più alti del livello del mare, si scende oltrepassando delle abitazioni, e si giunge sulla costa, da dove c’è una vista stupenda del mare, raggiungibile dopo qualche centinaio di metri.

spazio trasparente
spazio trasparente

Per parcheggiare l’auto abbiamo due possibilità, la prima e metterla nei parcheggi a strisce blu, non molto convenienti in quanto hanno una tariffa oraria, e per chi sta una giornata intera è un bel costo, la seconda è posteggiare nei parcheggi a pagamento a quota fissa, che sono un po’ più avanti di quest’ultimi. Qui il parcheggio è all’ombra ed è custodito dai gestori che rimangono per tutta la giornata, nella nostra permanenza il costo è stato di 5 euro per tutto il giorno.

 

La spiaggia della Baia di Riaci è incantevole, caratterizzata da sabbia bianca mista a piccoli ciotoli, da fondali azzurri e trasparenti e da scogliere rocciose immerse in un mare cristallino. La spiaggia è molto ampia e spaziosa ed è racchiusa dalle montagne circostanti come in una sorta di abbraccio, che termina sulla parte destra con le rocce che finiscono nel mare. Fino a qui è la parte libera della spiaggia, dove tutti possono accedere senza nessuna difficoltà, per chi vuole invece un po’ più di privacy oltrepassando il costone anzidetto, si accede ad una spiaggia più riservata, caratterizzata dalla presenza di molti scogli e da un fondale molto basso e pieno di rocce.

 

Ancora per gli amanti delle escursioni, il percorso può continuare allungandosi lungo il costone di roccia che è immerso nel mare. Il tragitto è un po’ difficoltoso ed è importante avere delle ciabatte o delle scarpe adatte per stare in acqua, per evitare di sbucciarsi calpestando qualche roccia o pungersi imbattendosi in un riccio. Inoltre è opportuno avventurarsi solo nelle giornate di mare molto calmo, in quanto le onde battono sulla costa e se agitato rende impossibile e pericoloso lo spostamento. La difficoltà però è subito ricompensata dalla scoperta di piccole baie che si susseguono l’una all’altra e da acque chiare, trasparenti e cristalline, che in alcuni punti formano delle piscine naturali, con un livello di acqua molto basso e una temperatura estremamente calda. Molte sono le rocce che si possono ammirare e dalle quale potersi tuffare.

 

Per i più esperti nuotatori e avventurieri si può visitare la grotta sott’acqua, in una piccola insenatura contornata da rocce, facendo qualche bracciata, quindi niente di particolarmente impegnativo, si giunge ad uno scoglio che a filo d’acqua lascia intravedere una piccola grotta, basta immergersi ed oltrepassare la linea della masso e si è all’interno della cavità nel mare. Tutta questa zona è frequentata da poche persone ed è raggiungibile oltre che da terra anche via mare con un pedalò, che può essere fittato ai vicini lidi. Ci sono infatti due lidi uno sulla destra ed uno sulla sinistra, che offrono servizio spiaggia, bar, ristorazione ed uno dei due alloggi.

spazio trasparente
 
 

Inserito: venerdý 7 giugno 2013

 
spazio trasparente
privacyprivacycopy